Le fate ignoranti

Quando l’amore è l’amore, un amore a 360°, amore che si interseca nelle vite.

Lo ritengo un grande film sulla relazione e sulle relazioni. Non solo quelle di amore, ma quelle di amicizia, di mutuo soccorso, sulla compassione, sull’accettazione.

Da vedere e rivedere !

 

Le piccole cose di tutti i giorni

Nella convivenza con qualcuno le piccole cose di tutti i giorni (sciacqua-ildentifricio-dal lavandino, chiudi-l’asse-del-gabinetto, porta-fuori-la-spazzatura) sono quelle che ci fanno andare su tutte le furie. Perchè ? E cosa fare ?

Se sei irritato da una di queste cose, prima che diventino un problema serio, prova a farti una domanda: chi è il fissato qui dentro ?

Spesso uno dei due non si rende conto di fare un qualcosa che irrita l’altro oppure si hanno delle reazioni abnormi in certe situazioni, ed in entrambi i casi la persona irritata ha delle reazioni esagerate, a volte sull’orlo di una crisi di nervi.

Ritorniamo alla domanda: chi si sta comportando stranamente ? Riflettere su questo argomento può essere incredibilmente liberatorio se entrambi capiscono che cosa sta succedendo.

Ognuno di noi ha le sue fissazioni quotidiane che spesso sono trascurabili irritazioni, possono essere ridimensionate, magari con qualche piccola diversa organizzazione si possono superare, ma di solito basta riflettere sulla situazione e con un briciolo di umiltà vedere la situazione in maniera diversa.

Perciò, quando ti senti irritato, prova a verificare se alla domanda: “Chi è il bizzarro qui dentro?” la risposta che sorge spontanea è: “Io”.

Immagini tratte da Google Immagini

La cura

Oggi voglio farvi riflettere sulla meraviglia dell’atto di prendersi cura dell’altro con le parole e la musica di Franco Battiato.

 

Ti proteggerò dalle paure delle ipocondrie,
Dai turbamenti che da oggi incontrerai per la tua via
Dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo,
Dai fallimenti che per tua natura normalmente attirerai
Ti solleverò dai dolori e dai tuoi sbalzi d’umore,
Dalle ossessioni delle tue manie
Supererò le correnti gravitazionali,
Lo spazio e la luce
Per non farti invecchiare
E guarirai da tutte le malattie,
Perché sei un essere speciale,
Ed io, avrò cura di te
Vagavo per I campi del Tennessee
(come vi ero arrivato, chissí )
Non hai fiori bianchi per me?
Pií¹ veloci di aquile I miei sogni
Attraversano il mare

Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza
Percorreremo assieme le vie che portano all’essenza
I profumi d’amore inebrieranno I nostri corpi,
La bonaccia d’agosto non calmerí I nostri sensi
Tesserò I tuoi capelli come trame di un canto
Conosco le leggi del mondo, e te ne farò dono
Supererò le correnti gravitazionali,
Lo spazio e la luce per non farti invecchiare
TI salverò da ogni malinconia,
Perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te
Io sì , che avrò cura di te