Incomprensioni e litigi

Con il passare del tempo, abbiamo visto precedentemente, i comportamenti dei partner della coppia cambiano. Un po’ perchè vi è sempre un cambiamento nelle persone nel corso della vita, un po’ perchè la relazione stessa matura e corre su binari diversi rispetto all’inizio.

problemi-uomo-donna-380x214

Vi possono essere litigi oppure semplici incomprensioni sui quali e sulle quali è spesso necessario confrontarsi.

Spesso è difficile essere chiari nell’esporre il proprio pensiero, magari perchè si è molto arrabbiati, si ha paura di essere sottomessi e si passa all’attacco e in questo si producono osservazioni ambigue che possono essere interpretate male ed invece che risolvere il problema e chiarire la situazione porta ancora di più all’esasperazione del “conflitto”.

Cosa si può fare ?

Si può provare ad usare l’affermazione in tre parti.

Devo utilizzare il seguente intercalare:

a) Mi sento …

b) quando tu …

c) perchè …

In questo modo si parte parlando di se stessi, dei propri sentimenti, delle proprie sensazioni, dei propri disagi, cosa che stempera sicuramente il momento di difficoltà.

Usare questa modalità permette maggiore chiarezza e non lascia dubbi su quanto un partner sta dicendo all’altro. E’ necessario un po’ di allenamento, ma vale la pena provare questo schema di comunicazione.

Esempio: “Mi sento umiliato quando tu mi ignori perchè sto facendo del mio meglio per cambiare”

Attaccamento amoroso

La relazione amorosa prosegue, spesso non viene curata come dovrebbe essere fatto. Spesso ci si dà per scontati. Tutto sembra filare liscio sui binari dell’abitudine, ma ecco che, può succedere, che non averla alimentata porti alla perdita dell’ “attaccamento amoroso”.

abbraccio-1

In realtà, la relazione deve essere coltivata con cura, come tutte le cose preziose deve essere tenuta in rande considerazione.

Pensate che il vostro “attaccamento amoroso” stia mancando, non riuscite più a sentire trasporto verso il vostro partner?

Ecco per voi alcuni punti sui quali portare l’attenzione per alimentare la vostra relazione:

  1. Ascoltare: sembra una cosa banale, ma fatelo con la massima attenzione, rivolgendo domande a chi parla, per far capire che state veramente ascoltando, non solo sentendo.
  2. Condividere: le vostre sensazioni, la routine della giornata, novità succedute.
  3. Mostrarsi generosi: con un piccolo regalo, con delle attenzioni particolari, aiutando il vostro partner.
  4. Contatto fisico: al di fuori del lato sessuale, gli abbracci sono molto importanti, delle carezze, il guardarsi negli occhi (questo è un punto dolente in molte coppie, fate attenzione).

Questo amore

Oggi voglio condividere queste intense parole di Jacques Prevert. Sicuramente super conosciute, ma non per questo meno emozionanti.

waves-in-sunset

Questo amore
Cosi violento
Cosi fragile
Cosi tenero
Cosi disperato
Questo amore
Bello come il giorno
E cattivo come il tempo
Quando il tempo è cattivo
Questo amore cosi vero
Questo amore cosi bello
Cosi felice
Cosi gaio
E cosi beffardo
Tremante di paura come un bambino al buio
E cosi sicuro di sé
Come un uomo tranquillo nel cuore della notte
Questo amore che impauriva gli altri
Che li faceva parlare
Che li faceva impallidire
Questo amore spiato
Perché noi lo spiavamo
Perseguitato ferito calpestato ucciso negato dimenticato
Perché noi l’abbiamo perseguitato ferito calpestato ucciso negato dimenticato
Questo amore tutto intero
Ancora cosi vivo
E tutto soleggiato
E tuo
E mio
E stato quel che è stato
Questa cosa sempre nuova
E che non è mai cambiata
Vera come una pianta
Tremante come un uccello
Calda e viva come l’estate
Noi possiamo tutti e due
Andare e ritornare
Noi possiamo dimenticare
E quindi riaddormentarci
Risvegliarci soffrire invecchiare
Addormentarci ancora
Sognare la morte
Svegliarci sorridere e ridere
E ringiovanire
Il nostro amore è là
Testardo come un asino
Vivo come il desiderio
Crudele come la memoria
Sciocco come i rimpianti
Tenero come il ricordo
Freddo come il marmo
Bello come il giorno
Fragile come un bambino
Ci guarda sorridendo
E ci parla senza dir nulla
E io tremante l’ascolto
E grido
Grido per te
Grido per me
Ti supplico
Per te per me per tutti coloro che si amano
E che si sono amati
Sì io gli grido
Per te per me e per tutti gli altri
Che non conosco
Fermati là
Là dove sei
Là dove sei stato altre volte
Fermati
Non muoverti
Non andartene
Noi che siamo amati
Noi ti abbiamo dimenticato
Tu non dimenticarci
Non avevamo che te sulla terra
Non lasciarci diventare gelidi
Anche se molto lontano sempre
E non importa dove
Dacci un segno di vita
Molto più tardi ai margini di un bosco
Nella foresta della memoria
Alzati subito
Tendici la mano
E salvaci.

Amarsi per farsi amare

Perché mai una persona dovrebbe amare una persona poco amabile ?

0010392807Y-565x849

A questa domanda chiunque di noi risponderebbe inorridito, che mai e poi mai, una persona poco amabile risulterebbe attraente.

Ma a pensarci bene, se noi stessi non ci amiamo, come può un altro amarci ? Se aspiriamo ad una relazione dovremmo riflettere su questa domanda.

Il fatto di non stare bene con noi stessi, di non apprezzarci, di non ritenerci degni di amore e di fiducia, è un qualcosa che alla fine traspare e colui o colei che dovrebbero vederci come possibili compagni di vita, alla fine vede proprio quello che noi non vorremmo.

Se noi siamo infelici, scontenti, di cattivo umore, per quanto ci sforziamo di sorridere e di non essere in contatto con la nostra vera emotività, questa, comunque traspare, energeticamente, a pelle.

Ci si rende invisibili a chi sta cercando un sano rapporto e che tutto sommato è in armonia con se stesso e nel contempo si attraggono persone che hanno il nostro stesso livello energetico.

E allora ? Cosa fare per cambiare ?

Come prima cosa, il cambiamento deve avvenire dall’interno per poi poter uscire all’esterno (nella relazione), non possiamo pensare che un’altra persona, gli amici, il mondo possano farlo per noi.

C’è una bellissima frase, molto nota, ma forse non molto seguita: “Cambia te stesso per cambiare il mondo” ed in effetti, ad ogni nostro mutamento, ne avvengono automaticamente negli altri, in chi ci sta vicino, è una questione di come veniamo percepiti.

E come iniziare a cambiare e ricercare il nostro equilibrio ?

Come prima cosa, è utile “stare da soli”, stare in silenzio. Questa è una cosa “spaventevole” per molti e questi dovrebbero chiedersi il perché. E’ necessario imparare a stare bene con se stessi per poi riuscire a stare bene con un altro.

Come due persone poco intelligenti se prese separatamente, non diventeranno più intelligenti stando assieme, così due persone che non sanno stare da sole, quando staranno insieme non riusciranno a stare bene in relazione, nessuno dei due conosce o vuole conoscere se stesso.

Come migliorare la considerazione di noi stessi ?

Un passo iniziale è con la gratitudine, per quello che abbiamo. Molto spesso ci si fissa su quello che ci manca e continuiamo a non avere quello che vogliamo, perché il nostro atteggiamento mentale attrae proprio quello.

Se vediamo tutto quello che abbiamo, ne avremo sempre di più, perché diverso sarà il nostro atteggiamento di affrontare la vita.

Se in un uomo, in una donna desideriamo determinate cose, possiamo scrivere l’elenco e poi verificare se queste qualità, le riscontriamo in qualche persona vicino a noi, ed ecco che ci accorgiamo di averle, le sentiamo, le facciamo nostre, ci sintonizziamo su questa energia.

Qui mi collego anche ad essere consci dei nostri bisogni più grandi, più intensi, più profondi.

Dobbiamo veramente desiderare e visualizzare quello di cui abbiamo bisogno e non mi vergogno di dire “bisogno”, perché è di questo che si tratta, chiamiamolo con il suo nome e non vergognamoci.

Scoprire il linguaggio d’amore della vostra realzione

Ecco come procedere per trovare il linguaggio d’amore più consono alla vostra coppia.

lettera

Procuratevi dei bigliettini e su ognuno scrivete i cinque linguaggi d’amore del post precedente (parole di apprezzamento, fare regali, contatto fisico affettuoso, azioni altruistiche, tempo di qualità) ed eventualmente altri modi di comunicare che per voi sono importanti.

Compilatene anche una seconda serie. Trovate un momento di tranquilllità assieme al vostro partner. A questo punto, ognuno di voi, con la sua serie di bigliettini, metterà in ordine di importanza le modalità di comunicazione.

Una volta finito, potrà essere interessante verificare quali sono le scelte di maggiore o minore importanza per poter poi provare a comunicare nel miglior modo con il partner, o semplicemente per rendersi conto delle proprie diversità.

Questo è importante per capire che se non comunichiamo sullo stesso canale del partner, rischiamo di essere come due persone di cui una parla cinese e l’altra turco.

 

Comunicare, lo fai nel modo giusto ?

Eccola finalmente la relazione d’amore, ecco la storia che si aveva sempre sognato.

coppia-che-parla-2

All’inizio di una storia i vari “canali” di trasmissione tra i due lavorano a mille e si comunica senza nessun problema, dal momento che durante l’innamoramento, difficilmente abbiamo altro a cui pensare.

Per canali intendo le modalità diverse con cui ciascuno di noi comunica, chi è più capace con le parole, chi con i regali, chi ha la necessità di molta corporeità, chi dà molta importanza al tempo trascorso insieme e alle cose che si possono fare.

Nei periodi successivi all’innamoramento, le persone, iniziano a limitarsi ad usare le modalità più consone e a questo punto può iniziare la difficoltà di comunicazione, perché non è detto che l’altro partner utilizzi e/o riconosca la stessa che usiamo noi.

E’ un po’ come se si pretendesse di parlare italiano con un giapponese e di essere capito.

Vediamo ora le modalità di comunicazione all’interno della coppia, di che cosa hanno bisogno i partner.

  • Creare insieme tempo di qualità: vi rientrano tanto lo stare abbracciati a guardare la Tv quanto le vacanze esotiche in un paese straniero. Chi utilizza questo canale finisce per stancarsi se il loro partner passa troppo tempo con gli amici, a coltivare i suoi hobby, o lavorando, gli sembra di venire trascurato
  • Azioni altruistiche: può essere il fatto di guadagnare un buon stipendio, tenere in ordine la casa, ma di solito sono di natura più personale: cucinare una cena speciale, accompagnare il partner all’aeroporto alle tre del mattino, aiutarlo a riordinare. Far sentire l’altro importante ed al centro dei pensieri del partner che è attento ai bisogni e ai desideri
  • Contatto fisico affettuoso: il sesso ha un effetto immediato sul benessere, ma spesso abbracci e baci spontanei sono più importanti. Le persone che hanno bisogno del contatto fisico si sentono disperate se il loro partner le respinge perché è impegnato con qualche altra attività.
  • Parole di apprezzamento: scrivono lettere, dedicano canzoni. E’ molto probabile che dicano “Ti amo” e che rimangano scossi se il loro partner li allontana dicendo “Ma me l’hai appena detto !!”. In realtà, se ovviamente è veramente amore, dovrebbe essere rinnovato spesso e queste due piccole paroline, magicamente lo aiutano, lo ravvivano. Mattina e sera con il bacio del buongiorno e della buonanotte
  • Fare regali: che si tratti di un gioiello costoso o di una barretta di cioccolato comprata tornando a casa, chi fa regali ama sorprendere il partner e non lascerà niente di intentato pur di suscitare la sua meraviglia. A sua volta aspetterà di riceverne e il fatto che questo non accada può seccare il canale di comunicazione tra le due persone.

E’ quindi importante nella coppia verificare con quali metodi siamo in confidenza, sia nel dare che nel ricevere. Può essere che una persona pensi di comunicare tantissimo all’altra, ma magari utilizza la modalità non consona e all’altra persona non arriva nulla.